• blog

Al Between di Rivoli l’alta cucina è per tutti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Cosa significa alta cucina per tutti? Significa materia prima di alta qualità, ingredienti non convenzionali, cotture eseguite alla perfezione e tanta, tanta ricerca.

Illustri colleghi hanno elogiato la sua cucina, quindi, incuriositi, un salto al Between lo abbiamo fatto anche noi. Dove si trova? Nella bella Rivoli, a pochi minuti da Torino, precisamente in Viale Partigiani d’Italia 98C.

Appena entrati ci siamo subito resi conto che questo posticino, in effetti, poteva avere qualcosa da dire. Colori contemporanei, ben miscelati con arredamento essenziale ed elegante, un po’ in quello stile Nord Europeo (e questa suggestione tornerà) dove tutto è al proprio posto, ma nulla è noioso.

Ci siamo chiesti da quanto tempo avesse aperto, e il patron Lorenzo Di Gennaro è subito arrivato con la risposta: «il Between – ci ha detto – ha aperto le porte il 23 maggio del 2021, un sogno che coltivavo da anni insieme alla mia compagna, Michela

MICHELA E LORENZO DA LONDRA AL BETWEEN

Michela è Michela Quaglio, 29 anni come Lorenzo, e insieme formano una coppia di under 30 (beati loro) che il mondo della ristorazione lo conosce molto bene. Entrambi hanno fatto studi alberghieri, poi Scienze Gastronomiche a Pollenzo, poi hanno lavorato – nonostante la giovane età – in tanti ristoranti stellati tra le Langhe e Londra, imparando quindi tutti i segreti della ristorazione di alto livello.

Appetizer

Quando tornano a casa, sul finire del 2019, capiscono che i tempi sono maturi per aprire un ristorante e trasformarlo nel luogo in cui esprimere la loro filosofia di cucina e di sala. Peccato che arrivi la pandemia, un mostro del quale ancora non ci siamo liberati, e con essa l’inevitabile rinvio di quel sogno a lungo cullato. Non stanno fermi, però, e nell’autunno del 2020 trovano il locale giusto, lo ristrutturano e a maggio del 2021, finalmente, lo aprono al pubblico.

Siccome sono stati così gentili da aprirlo anche a noi (ma non abbiamo scroccato, giuriamo), abbiamo potuto assaggiare con piacere la cucina di Michela e della sua mamma, le regine dei fornelli del Between, e l’accoglienza in sala di Lorenzo e di Marika (la sorella di Michela).

Uovo, olandese al fieno, frutta e verdura

LA CUCINA DEL BETWEEN DI RIVOLI

L’impronta è europea, che significa varia, moderna, che attinge da mondi gastronomici lontani tra loro. Significa un enorme, bellissimo corpus disomogeneo di tradizioni, ricette e ingredienti che trovano, nei piatti del Between, la sintesi perfetta in uno schema ben preciso: un ingrediente o un concept principale e una serie di attori non protagonisti che lo accompagnano.

Spaghetti, cacio, pepe, coda

Un esempio? Piccione, topinambur, cipolla. Il piccione cotto a temperatura controllata – così come tutte le carni e i pesci – è la star, mentre topinambur e cipolla lo accompagnano con tutti i crismi.

Ma la cucina del Between non si ferma qui: tra crostacei, pesci, selvaggina, verdure e dolci sono tantissimi gli abbinamenti che si possono provare alla carta oppure in tre menu degustazione da 4, 5 e 6 piatti. E se vi state chiedendo quali prezzi inaccessibili possa avere un ristorante come questo, date un’occhiata al menu sul sito e sbalorditevi, perché raramente capita di trovare una cucina di questa qualità a questi prezzi.

Merluzzo BBQ, patate ratte, pomodorini confit, cardo

Il motivo? Michela e Lorenzo vogliono che il loro ristorante sia accessibile a tutti e che tutti possano sentircisi come a casa, coccolati da un ambiente elegante, una cucina di livello e pure da una carta dei vini molto ampia, che comprende bottiglie tradizionali, naturali, italiane ed estere.

Come una tarte au citron

Insomma, in questo ristorante c’è solo l’imbarazzo della scelta, ma se volete vi diamo un consiglio: sedetevi al Between e aspettate che Lorenzo vi porti i grissini fatti in casa da gustare insieme a un burro delizioso. Le papille gustative ringrazieranno, e scegliere il percorso sarà un gioco da ragazz*!

Pane, grissini e burro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Altri Post di Menu à Porter