• blog

Madama Piola sbarca a Cherasco

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Tempo di lettura: 2 minuti

La chiave è dovutamente moderna, ma la filosofia è quella di una volta: il concetto di piola, che ci permette di tornare indietro di cinquant’anni trasportati da immagini di ragù che ribolle per ore, quartini di rosso al tavolo, anziani che giocano a carte magari seduti vicino al campo di bocce.

Una realtà che rimanda a uno stile di vita semplice, dove c’è ancora spazio per la serenità e per i tempi lunghi, non per forza scanditi dalle tabelle di marcia estenuanti del giorno d’oggi. Una realtà dove ci si conosce tutti e l’oste è un amico capace di strappare un sorriso quando ce n’è bisogno.

Tutto questo riassume l’idea che sta alla base di Madama Piola, realtà voluta da Christian Milone, chef che ha portato la stella Michelin al ristorante di famiglia, la Trattoria Zappatori di Pinerolo – insieme a Francesca Ferrari, Monica Verdun e Luca Pastoris. Il risultato? Una piola vera, dove la cucina piemontese è la protagonista incontrastata.

Per sostenere un menu così legato alla tradizione, la materia prima deve essere di quelle importanti, ed ecco che la profonda conoscenza dello chef Christian Milone entra in gioco forte della conoscenza dei migliori fornitori che gli deriva dall’esperienza nel ristorante di famiglia. Anche i prezzi si mantengono popolari, grazie a una filiera che più corta non si può.

Lo chef Christian Milone

Madama Piola è un luogo unico in cui incontrarsi, bere un bicchiere di vino e fare una partita a carte dopo cena che forse finirà a male parole, ma ci sarà sempre un cicchetto a rimettere tutto a posto, proprio come nelle piole di una volta.

Da Torino alle Langhe

Cherasco, la porta delle Langhe, è un luogo magico. Dicono i quattro amici di Madama Piola: “in questo posto carico di storie di famiglie contadine , di tradizioni tramandate da generazioni infinite, di prodotti della terra unici ed inconfondibili e diventati patrimonio dell’umanità, arriviamo anche noi. E lo facciamo come al solito in punta di piedi, senza manifesti e col rispetto che si deve ad un posto come questo.”

La filosofia rimarrà dunque la stessa: semplicità, qualità, piacere di condividere la tavola e cucina piemontese. Il work in progress non ci ha ancora consegnato la data di apertura di Madama Piola Cherasco, ma siamo sicuri che quando questo avverrà ci sarà un luogo in più che varrà la pena visitare nelle Langhe!

Una veduta del nuovo Madama Piola Cherasco

 

 

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Altri Post di Menu à Porter