• blog

Il cioccolato & Torino: 12 tra le migliori cioccolaterie della città

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Cioccolato e Torino: binomio indissolubile. Se anche voi siete alla ricerca dei dolcetti più buoni da mettere nella calza della Befana, abbiamo qualche suggerimento da darvi. Tra cioccolaterie pure, storiche o contemporanee, ecco 12 consigli che vi aiuteranno a districarvi tra le proposte di qualità che offrono Torino e i suoi dintorni.

 

ZICCAT

Il Willy Wonka torinese si chiama Ziccat, cioccolateria e fabbrica di cioccolato artigianale di Torino dal 1958. Qui, tra praline di tutti i gusti, i celebri gianduiotti, le tavolette di cioccolato e le creazioni più divertenti per ogni tipo di festa sono assicurate la qualità e l’originalità. Tanti i punti vendita in città dove assaggiare le creazioni Ziccat, scopriteli sul sito nel link al titolo!

 

DAVIDE APPENDINO

Cioccolato Torino

Il claim recita “l’altro cioccolato a Torino” e in effetti Davide Appendino ha fatto sua fin dall’apertura la pratica “bean to bar”, cioè dalla fava di cioccolato alla tavoletta. Una lavorazione che lo porta a selezionare terroir e piante di cacao per ottenere esattamente il prodotto giusto da declinare in tutte le sue forme, dalle tavolette, per l’appunto, ai celebri gianduiotti vincitori di innumerevoli premi.

 

LA PERLA DI TORINO

Dici “La Perla di Torino” e dici cioccolato, specialmente tartufi di cioccolato. Questa antica ricetta viene declinata in tanti gusti diversi sotto l’occhio attento della famiglia Arzilli e del pastry chef Filippo Novelli. Insieme, propongono anche tante altre specialità dalle più innovative alle più classiche (c’è anche il salame di cioccolato!).

 

GUIDO GOBINO

Cioccolato Torino

La storia del cioccolato artigianale a Torino. Guido Gobino, nei suoi dolci atelier sparsi per la città, si definisce un vero e proprio educatore del gusto, perché con i suoi prodotti intende non solo regalare attimi di dolcezza ai suoi clienti, ma anche condurli attraverso la storia, le sfumature e le tecniche di lavorazione del cioccolato. Prodotti di punta? Senza dubbio praline e cioccolatini, tra cui il celebre cremino al sale.

 

GUIDO CASTAGNA

Cioccolato Torino

Rispetto per il cacao alla base di tutto. Ogni creazione di Guido Castagna viene realizzata seguendo il Metodo Naturale omonimo, fatto di ingredienti sostenibili, lavorazioni lente in armonia con la natura e con le persone. Se siete indecisi su cosa provare, noi consigliamo il Giuinott, un gianduiotto unico, senza latte e cacao in polvere, una ricetta che è libidine per tutti i sensi.

 

MONTECCONE

Cioccolato Torino

Nel cuore del quartiere San Paolo, più che mai vivo dal punto di vista delle eccellenze artigiane il laboratorio artigianale Monteccone crea e produce, da oltre 40 anni cioccolato di alta qualità nel rispetto dell’antica tradizione torinese e dei più genuini criteri di lavorazione. Materie prime d’eccellenza e attenzione alle esigenze di tutti in un cioccolato senza glutine che non teme confronti!

 

GIORDANO

Cioccolato Torino

Tra Torino e Leinì, ecco A. Giordano, una cioccolateria storica che dal 1897 ingolosisce i piemontesi con le sue specialità. Se non le avete mai provate, vi consigliamo Le Giacomette, cioccolatini dalla forma sinuosa che si ispirano alla maschera tradizionale torinese della Giacometta. Un trionfo di zucchero, nocciole del Piemonte, cacao in pasta, burro di cacao e granella di nocciola, mescolato e modellato rigorosamente a mano.

 

ZUCCARELLO

La pasticceria cioccolateria Zuccarello nasce 15 anni fa per volere dei fratelli Lorenzo e Valentina Zuccarello, giovani innamorati dell’arte bianca e del cioccolato. A Collegno, il nome comincia a circolare presto, associato a qualità dei prodotti e ricette della tradizione, alle volte recuperate dall’oblio della storia. Un esempio? I cioccolati della Certosa, ricetta tradizionale di Collegno, con base di meringa, crema alla nocciola e copertura di finissimo cioccolato.

 

BALLESIO

Le tradizioni dei maestri cioccolatieri piemontesi sono al sicuro con Ballesio, laboratorio artigianale con sede a Leinì, ancora tra i pochi a fare l’autentico Giandujotto tagliato e incartato a mano, con gli stessi ingredienti e la stessa forma che aveva nell’Ottocento, quando fu creato. Ma la produzione è molto più ampia, tra praline, tavolette, creme spalmabili, torte e tutto ciò che vi viene in mente per terminare in golosità le feste.

 

SHEBIRÈ

 

 

 

Quando Ciriè era ancora conosciuta come Castrum Cerreti, in epoca medievale, il piccolo borgo era tra i più importanti crocevia del commercio su ruota. Proprio a questa, e a i carri con cui i commercianti portavano in zona i loro prodotti, è dedicata la Rua ‘d Ciriè, una creazione della cioccolateria Shebirè, il connubio perfetto tra cioccolato e Nocciola Tonda Gentile delle Langhe in una tipica forma a ruota. Da provare!

 

PEYRANO

Torniamo a Torino con una cioccolateria nata come fabbrica di caramelle e che, dal 1920, diventò addirittura fornitore della Real Casa di Savoia fino alla sua scomparsa. È Peyrano, la cui tradizione continua oggi con la stessa qualità e alcune delle storiche ricette delle origini, tra cui cioccolatini assortiti (più di 80 varietà), gianduiotti, praline, tavolette e, anche se non si tratta di cioccolato, le deliziose gelatine alla frutta.

 

PFATISCH

Chiudiamo il nostro viaggio con un vero e proprio tempio del cioccolato a Torino con tanto di museo: Pfatisch, dal 1915. Nei locali storici di via Sacchi, ma anche in Rinascente a Torino e a Milano, le praline, i gianduiotti e le tavolette con l’incarto originale fanno bella mostra di sé, affiancati da prodotti di più recente invenzione come l’ormai celebre gianduiotto Ruby, un raffinato cioccolatino ripieno dal colore rosa antico.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Altri Post di Menu à Porter